COHOUSING E ABITARE COLLABORATIVO

Il COHOUSING è una pratica abitativa in cui spazi privati e spazi comuni convivono felicemente.

Una piccola comunità di vicini solidali dispone, oltrechè della propria casa indipendente, spazi in condivisione come cucina, lavanderia, sala riunioni, sala giochi, biblioteca.

 

Il cohousing rappresenta una delle tante declinazioni del tema dell’abitare, in cui la pratica abitativa è caratterizzata dalla coesistenza di unità abitative private e spazi comuni, generalmente basata sulla volontà di un vicinato elettivo. La comunità di vicini solidali, oltre alla propria casa indipendente, sceglie di disporre di spazi condivisi, come, per esempio, cucina, lavanderia, sala riunioni, sala giochi, biblioteca, etc.

All’interno degli spazi comuni si possono vivere momenti di convivialità di diverso tipo (approfondimenti di carattere culturale, dibattiti, laboratori, feste, etc.) e sono il luogo in cui gli abitanti possono attivare diverse forme collaborative caratterizzanti necessità quotidiane: formare gruppi di acquisto solidale per la spesa, adottare il car sharing per gli spostamenti, integrare l’assistenza di bambini ed anziani, coltivare l’orto e prendersi cura del giardino.

 

Inoltre è possibile promuovere e sostenere servizi che siano fruibili anche dagli abitanti del quartiere, della via, del paese in cui il cohousing nasce, oltre che dai suoi specifici abitanti.